Xagena Mappa
Medical Meeting
Mediexplorer.it
Onco News

Caffè, caffeina e rischio di depressione tra le donne


La Caffeina è il più diffuso stimolante del sistema nervoso centrale, con circa l’80% consumato in forma di caffè.
Tuttavia, gli studi che analizzano in modo prospettico la relazione tra consumo di caffè o di Caffeina e rischio di depressione sono scarsi.

Un totale di 50.739 donne americane ( età media, 63 anni ) prive di sintomi depressivi al basale ( nel 1996 ) sono state seguite fino al 1° giugno 2006.
Il consumo di Caffeina è stato misurato mediante questionari validati completati dal 1° maggio 1980 al 1° aprile 2004 e calcolato come consumo medio cumulativo con un periodo di 2 anni di latenza.

La depressione clinica è stata definita come depressione autoriferita e diagnosticata dal medico e uso di antidepressivi.

Durante 10 anni di follow-up ( 1996-2006 ), sono stati identificati 2607 casi incidenti di depressione.

Rispetto alle donne che consumano 1 tazza o meno di caffè con Caffeina alla settimana, il rischio relativo multivariato di depressione era 0.85 per le donne che consumavano da 2 a 3 tazze al giorno e 0.80 ( P per trend inferiore a 0.001 ) per quelle che consumano 4 tazze al giorno o più.

Il rischio relativo multivariato di depressione era 0.80 ( P per trend=0.02 ) per le donne nella categoria più alta ( 550 mg/die o più ) versus la categoria più bassa ( meno di 100 mg/die ) tra le 5 categorie di consumo di Caffeina.

Il caffè decaffeinato non è stato associato con il rischio di depressione.

In conclusione, in questo ampio studio longitudinale, si è scoperto che il rischio di depressione diminuisce con l'aumento del consumo di caffè con Caffeina.
Ulteriori indagini sono necessarie per confermare questa scoperta e per determinare se il consumo abituale di caffè con Caffeina possa contribuire alla prevenzione della depressione. ( Xagena2011 )

Lucas M et al, Arch Intern Med 2011; 171: 1571-1578


Psyche2011 Farma2011


Indietro