Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Xagena Salute

L'assunzione di Vitamina-A riduce il rischio di carcinoma a cellule squamose


Uno studio prospettico di grandi dimensioni ha dimostrato che l'aumentata assunzione di Vitamina-A nella dieta riduce il rischio di carcinoma a cellule squamose incidente.

Ricercatori hanno studiato se l'assunzione di Vitamina-A avesse un effetto benefico nei confronti del rischio di carcinoma a cellule squamose perché ci sono pochi modi per la prevenzione del cancro cutaneo.

Un totale di 3.978 casi di carcinoma a cellule squamose ( SCC ) sono stati identificati da due studi NHS ( Nurses Health Study ) e HPFS ( Health Professionals Follow-up Study ) per un periodo osservazionale superiore a 26 anni.
Entrambi gli studi hanno documentato una assunzione dietetica auto-riferita.

La dose media giornaliera di Vitamina A totale è stata pari a 6.808 UI nel primo quintile per le donne nello studio NHS e 7.236 UI per gli uomini nello studio HPFS.
Nel quinto quintile, la dose giornaliera mediana era di 21.691 UI per le donne e 26.539 UI per gli uomini.

Al basale, l'età avanzata e l'aumento dell'attività fisica erano associati a un incremento nell'assunzione di Vitamina-A.

Un aumento dell'assunzione di Vitamina-A è risultato correlato a una riduzione del rischio di carcinoma a cellule squamose fino al 17%.

È stato anche riscontrato che una maggiore assunzione di alcuni carotenoidi e del Retinolo riduce il rischio di carcinoma a cellule squamose.
Alcuni carotenoidi, che non si convertono in Vitamina A, come il Licopene, la Luteina e la Zeaxantina, erano associati a un ridotto rischio di carcinoma a cellule squamose. ( Xagena2019 )

Fonte: JAMA Dermatology, 2019

Cardio2019 Dermo2019 Farma2019


Indietro